agosto

e poi lo so arriverà l’autunno e la spiaggia sarà vuota nonostante il mare ti prometta accoglienza con il suo moto perpetuo .

che arriverà l’ inverno e la neve cadrà sulle cime e incima alla mia vita:ghiaccia e cristallina, difficile da colonizzare la vita mia.

e perderò persone e ritroverò il -silenzioso sorriso- che torna dopo ogni dolore.

che i dolori sono una scala di acuti che si tengono padroni la mia esistenza

che la bellezza non la vedo.

che l’intelligenza non serve.

che la dolcezza è parte di quella coltre di neve perpetua: anche in agosto.

 

Artist: me with filter .

26 pensieri riguardo “agosto

  1. Quiete cristallina. La purezza di una visione immobile e implacabile, senza battito. Stasi lacuale. Morte apparente. Distacco. Introspezione, attesa. Ascolto. Tutto ciò,… e il niveo candore dei pendii, gli alberi-sculture, il rumore attutito dei passi sulla scorza indurita della terra… Il meraviglioso mistero dell’inverno.

    Mi piace

  2. …lasciamo che tutto sia panta rei e l’aponia tornerà ad abbracciare la nostra Anima, nessun incrocio potrà mai svanire senza lasciar traccia, nessuna bellezza svanisce nel nulla se i nostri occhi continueranno a cercarla.

    Mi piace

      1. Beh si!….. tra l’altro mi sembra sia quasi imminente la Pulzella d’Orléans, una guerriera che non si piega ai compromessi e agli accomodamenti della vita e a quelli del cuore. 😉

        Mi piace

  3. Bellissimo! Anche io ho letto un bel po’ di Sigmund 😉 Rebloggo se la cosa non ti infastidisce ok? Un abbraccio 🙂

    Mi piace

      1. Grazie! E’ verissimo ed anche i miei “occhi” “vedono” poco o “vedono” altro piuttosto che vedere ciò che non piace a loro 🙂

        Mi piace

          1. Mi sono permessa di inserirti una canzone che potrebbe aiutare, sebbene affatto ignoto, te e tutti Voi/noi per comprender meglio il tuo bellissimo percorso molto importante senz’altro 🙂 ❤

            Mi piace

  4. Desidero condividere con Voi questa bellissima canzone che parla esattamente di “occhi” che l’autore vorrebbe curare per far “vedere” loro cose e Vita differenti da come noi siamo sempre abituati a “vedere” 🙂 N.B. Metto le virgolette laddove esiste il senso figurativo del discorso mio ma anche dell’autore e anche di chi ha scritto questo bellissimo articolo che mi ha incantata. Grazie “nome” … grazie (ERO SVEGLIA)

    Mi piace

  5. …e dopo questa, termino la mia pausa lavorativa e se termino anche qua, ritorno al lavoro 😀 ma Vi lascerei un’altra canzone, non specifica di “occhi” ma effettivamente non fa altro che dare una spiegazione ad una domanda che tutti noi ci poniamo spesso e se anche Voi come me amate la musica, ascoltate bene prima la prefazione dell’autore e poi la canzone “Quanto di notte ancora?” e perdonatemi ma io parlo più in musica che con le mie parole poco fortunate. Un abbraccio a tutti… Sabry

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...