Io respiro

Ho sciolto i polsi e levato la corsa

Ho respirato aria buona

Un anno è passato : il lavoro costante è premiante

Rinata , io

Inciampo e non cado ho sempre scarpe da ballerina ma riesco a fare volteggi sulle punte

Ho appuntito le armi e cercato nei mei anfratti più profondi il senso evidente della felicità

E sono io

Artist: Jack Vettriano

Predestinata

Catenelle piccole si riannodano:proprio ora.

Una collana lasciata senza chiusura e appoggiata in un segreto posto.

Un ambiente interno mai chiuso ma ben presto messo al censo della paura e del giudizio.

È come tornare ad avere trent’anni in un colpo .

Con un fermaglio ben lavorato la -catena- ora tornata ad essere collana.

Passaggi di perle e anni di vita.

Io infilavo perline piccole che pensavo non avere valore.

Ora, questa bella chiusura arriva nelle mie mani: metto fine ad un giro e non arrivo ancora a 50.

Ho in mano un milione di perline pure e splendenti.

Accecherei l’invidia .

Accenderei la vita .

Stomaco

Ha le mani nere con il fondo di caffè che mentre bevo appare superfluo

Racconta la sua vita in viaggio in arrivo in Business class e in ritorno fatto di sole nude e povere scelte

Ha la gentilezza di un lord

L’educazione di chi è ben vissuto

L’accortezza di solo chi sa vivere oltre barriere interiori

Non si racconta soltanto: insegna senza farlo pesare

Gira la sua mano nera e la pelle appare più simile alla mia.

Mi fa notare che i segni sul palmo della mano sono per TUTTI uguali

Mi saluta nel suo caldo recuperato dal primo bicchiere di vino rosso alle 9 del mattino

Fuori nevica

L’etiope si allontana leggero sotto il suo sacco di vestiti pesanti

… ho la bocca asciutta.

Artist: Kwangho Shin