Stomaco

Ha le mani nere con il fondo di caffè che mentre bevo appare superfluo

Racconta la sua vita in viaggio in arrivo in Business class e in ritorno fatto di sole nude e povere scelte

Ha la gentilezza di un lord

L’educazione di chi è ben vissuto

L’accortezza di solo chi sa vivere oltre barriere interiori

Non si racconta soltanto: insegna senza farlo pesare

Gira la sua mano nera e la pelle appare più simile alla mia.

Mi fa notare che i segni sul palmo della mano sono per TUTTI uguali

Mi saluta nel suo caldo recuperato dal primo bicchiere di vino rosso alle 9 del mattino

Fuori nevica

L’etiope si allontana leggero sotto il suo sacco di vestiti pesanti

… ho la bocca asciutta.

Artist: Kwangho Shin

disegni di bambina 


stasera molto ad est ho pensato alle mie gioie e alle mie -sfortune-
dove sorge il sole non posso sostare ingrata 

mi addolora, di un dolore nuovo e diverso, saperti altrove: ‘ non solo’ come mi dici tu .

ma la ‘ compagnia’ ha sfumature diverse

sul fronte del mare, da questa nave, su questo ponte,si presentano, inaspettati,pensieri (e sommatorie) che mi proiettano su di una vita mai vissuta : la mia vita non si può giudicare però. 

il tempo mi segna di ogni sua conseguenza{ alle volte ultimamente ho pensato di nuovo ad avere la- famiglia-.} 

ho pensato, sterile a questo ricordo, da anni, come vorrei una nuova vita una nuova emozione e un figlio: io che cresco il mio così in difficoltà che lo cresco da sola , da anni , da sempre, fuggendo ad un ‘insieme’

come avrei voluto vivere quei mesi serena,di gravidanza non in assedio.

ho perso la gioia di scoprire mio figlio : troppo presa dal crescerlo sola.

il percorso andrebbe fatto due volte per saperlo assaporare appieno.

non ho forse più l’età e sicuramente non ho trovato chi mi rapisca da una vita di responsabilità, per offrirmene una di solo amore e attenzione reciproca e famiglia.

non ero destinata al sogno, al progetto al desiderio che fin da bambina mettevo nei miei disegni: la casa, l’albero,il giardino  i fiori i bambini e un uomo forte e capace per fare da – custode- a tutto questo 

c’è  chi lo chiama karma….

Artist: Edmond Leigthon -the wedding book- oil in canvas.

il vuoto

potevo non offrirmi come sono.

potevi avere rispetto della mia testa e del mio cuore:che il corpo è un baluardo senza importanza.

potevi capire la forza dietro la leggerezza: responsabilità che lambisce ogni cosa.

oggi che gli anni si contano e le persone valide , invece, neppure su una mano

[sofferenza che attraversa la vita e segni addosso]

occasione messa nelle nostre mani incapaci di stringersi.

[occasioni rare e preziose]

Potevi.

[ avrei curato la Tua anima come si curano le cose importanti]

ma io il -vuoto- non lo so capire e tu lo metti ovunque.

 

 

Artist: M M Oosthuizen.