panca

  siedo alla terza panca a destra, lo faccio sempre nei momenti di sconforto e riflessione. siedo e ascolto un'omelia che è cucita a misura, ma certo a caso. la speranza è la maggiore falsificatrice della realtà: nelle letture ne trovo in abbondanza ma non sorrido uscendo dalla navata. ci sono messe chete e mute…

l’altra

l'altra è  altera e spigolosa dritta e muta  ha quella  compostezza che ammicca e controlla. l'altra ha occhi che indagano e capelli che restano fissi anche nel vento. l'altra è il mio rovescio. Artist:  René Gruau, illustrazione .

perde-TE

perdete le attenzioni, la gioia di un nuovo gioco: come un bambino cui rotola la propria palla. perdete la forza dell' intesa e del rispetto: mercenari che si scambiano solo proficui favori. perdete la quiete e vi lamentate della tempesta. perdete l'occasione di un  sorriso libero in un orgasmo forte. è rara la verità :la…

la distanza 

Si intitola -disincanto- questo capitolo: descrive  l'aridità. {[non ho  una fiaba in cui dondolarmi  vedo solamente specchi ,streghe e stregoni]} ho un nuovo libro  in lettura  il titolo è  :" la distanza" . {[ho in proprietà l'incapacità "a credere" da poter condividere]} Artist:  David Hattinger, reading, oil.

labbra

Quando l'uomo  ti bacia la testa si reclina  il rossore si nasconde tra il colletto e la camicia trattenendo la passione al filo sottile del cotone inamidato. Quando l' uomo ti bacia ha labbra delicate e volto rasato, degno della sua -nuova-'piccolina'. ha  il respiro inteso ma lieve, le mani le sorreggono quasi il volto e…

la tua fossa

quando ti ho perso con le tue spoglie il mondo  si è ibernato i mesi hanno fatto da cemento alla massiccia struttura: ogni lutto apre un fronte di dolori . ho osservato le maniglie del feretro:  legno chiaro levigato . ho pensato al peso, sopportato, da chi ti ha trasportato: eri a spalla di qualcuno…

lete

ho letto di te questa sera: perentorio e smisurato. eccentrico  e vorace. ho letto di te e ho avvertito di nuovo la tua angoscia volersi mangiare il mondo.  la tua bocca che spara sentenze.  ho letto di te sentendomi fortunata ad essere stata sbattuta fuori dal cerchio delle tue ossessioni ,dei giudizi ,delle parole gravi.…

dispari 

Io porto parole e non freno considerazioni Io  porto  una dote scomoda : l'inflessibilità. Io  porto le mie labbra  a non tacere sulle questioni . Io porto numeri dispari : sono il 3 "di troppo" nelle  relazioni  e l'1 triste che non ha esclusiva.  Artist: Janet Hill, 

cifre

    hai la camicia inamidata: perfetta e cifrata , come la cravatta che tocchi metodicamente più per scacciare l'imbarazzo che per la reale preoccupazione del nodo. hai moglie e due figlie: e mi hai appena invitata a cena. il tavolo apparecchiato e il vino servito sono perfetti:quasi come la tua ossessiva precisione e puntigliosità…

Il conto

la ragazza è sveglia parla e convince ad ogni movenza la spalla è sexy ed in vista ad arte, lo smalto brilla e attira lo sguardo del  suo astante, la coda con cui raccoglie i capelli dice ad ogni battito "prova a domarmi". la pelle vecchia e lucida, la camicia inamidata ma senza cifre, da…