In tre

In tre non si è niente :se non c’è vincolo di fede o Dio.

Il terzo è incomodo come il freddo ad agosto

Ho piedi nudi su vetri taglienti : non ero preparata a questo.

Il dolore lo sento ma la paura del dolore , ora, fa meno male.

Percorso ad ostacoli già affrontato: dietro, in disparte, nella pista a fianco da quella di gara… la riserva non galoppa mai sul terreno preparato.

Un kg ogni mese.

Ho ripreso a vomitare e farmi male .

Non vali un grammo del mio soffrire.

Posso essere ogni cosa, ogni donna, avere ogni ruolo :potevo accettare la scommessa ma -il piatto- ha un prezzo troppo alto ora.

Dei tre giocatori , la Seconda, lascia il tavolo.

Artist: Umberto Buccioni, tre donne, olio,1910 circa